icon

Life's Frequency Noi siamo frequenze, vibrazioni e energia; anche i nostri pensieri lo sono.

Imparare a capire questo è la prima fase per capire se stessi e il mondo che ci circonda.

+39 0474-958767

Strada Chi Vai, 14
39030 San Vigilio di Marebbe (BZ)

Anima

Cari lettori,

Oggi parliamo di anima.

Ma da dove partire per affrontare un discorso così ampio? Personalmente ho scelto di partire dalla definizione:

“L’anima (dal latino anima, connesso col greco ànemos, «soffio», «vento»), in molte religioni, tradizioni spirituali e filosofie, è la parte vitale e spirituale di un essere vivente, comunemente ritenuta distinta dal corpo fisico. Tipicamente veniva assimilata al respiro (donde la sua etimologia). Originariamente espressione dell’essenza di una personalità, intesa come sinonimo di «spirito», o «io», a partire dall’età moderna venne progressivamente identificata soltanto con la «mente» o la coscienza di un essere umano”.

È durante l’età moderna che si è persa la connessione con la propria anima per andare ad indentificarci con solo ciò che è concreto o mentale, eppure uno dei gesti che viene usato ancora per metterci in contatto con qualcosa di profondo che risiede in noi, è la mano sul cuore o un giuramento sulla propria anima.

Ma che cos’è l’anima con esattezza?

L’anima è la parte dello spirito incaricata di svolgere la sua esperienza terrena, lei sceglierà un corpo fisico adatto a ciò che dovrà imparare e rielaborare. Per comprendere pienamente il concetto di anima dobbiamo iniziare ad abbracciare il concetto stesso di reincarnazione, non come qualcosa di distante da noi; anche il Cristianesimo stesso ne concepiva l’esistenza sino a qualche tempo fa; ma come qualcosa di reale.

Ci sono milioni di studi a testimonianza dell’anima e della reincarnazione ma voglio partire da quello del Dottor Jim Tucker, psichiatra dell’Università della Virginia che ha trascorso 15 anni intervistando tutti quei bambini che sostenevano di chiamarsi in un altro modo, di avere altri genitori.

Bambini che, in sostanza, proclamavano di essersi già reincarnati precedentemente. Il suo libro, intitolato “Life Before Life”, lo studioso rappresenta una vera e propria ricerca scientifica sui ricordi dei bambini delle vite precedenti. Nel suo studio il Dottor Tucker ha intervistato 2.500 giovani che presentavano segnali di reincarnazione: ricordi di eventi che non avevano mai vissuto ma anche sotto forma di cicatrici o segni identici alla persona dalla quale presumibilmente si sono reincarnati.

Il Dottor Jim Tucker, sostiene che la reincarnazione è possibile in quanto la coscienza è energia su un livello quantico subatomico.

Si tratta di un’energia che è semplicemente contenuta dal nostro corpo fisico e che non ne fa parte integrante ed inscindibile, anzi nel momento della morte biologica del corpo, la coscienza (l’anima) si scinde e sopravvive al corpo fisico.

Secondo il pensiero di alcuni scienziati, la meccanica quantistica permetterebbe quindi alla coscienza di continuare a vivere anche dopo la morte finale del corpo. Il Dottor Tucker, nelle sue teorie, prende spunto dal pensiero del Dottor Robert Lanza che ha coniato l’espressione “biocentrismo” per esprimere il concetto secondo il quale la coscienza viene rilasciata nell’universo attraverso particelle subatomiche dopo la morte.

Seondo Il Dottor Tucker questo flusso energetico può trovare un nuovo ospite, ossia un nuovo corpo fisico.

Ma ci sono anche scienziati del passato come Max Planck che scindono coscienza e corpo fisico, definendo la coscienza come fondamentale e la materia come secondaria. Secondo questo principio la coscienza non sarebbe dipendente da un cervello fisico per sopravvivere, e potrebbe continuare ad esistere anche dopo la morte del corpo portando con sé, ad esempio, ricordi di vite passate.

La nostra anima ci sopravvive e viaggia attraverso lo spazio e il tempo, sapere che noi abbiamo scelto il nostro percorso per intraprendere un viaggio di crescita interiore è un passaggio fondamentale per entrare in contatto con la nostra esistenza e la nostra missione. Troverete milioni di libri sull’anima, sulla divisione dei corpi energetici sottili, sulla fisica stessa dell’anima; io personalmente quando parlo con un cliente chiedo sempre di chiudere gli occhi e di ascoltarsi e chiedo loro: “si, ma la tua anima cosa ti dice?”; abbiamo smesso di ascoltarci, di prendere il tempo di pensare che oltre la materia c’è qualcosa, ma la scienza degli ultimi anni sta giungendo alle conclusioni che gli antichi senza tecnologia sapevano già, tutto vive in noi e fuori da noi a prescindere dalle nostre credenze e dalle nostre strutture mentali più severe, comprendere che noi prima di tutto SIAMO ANIMA è alla base di questo viaggio chiamato vita.

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile lascia un commento o condividi,

un piccolo gesto che ci aiuta a migliorare il nostro lavoro.

Elisa e Alexander

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *