icon

Life's Frequency Noi siamo frequenze, vibrazioni e energia; anche i nostri pensieri lo sono.

Imparare a capire questo è la prima fase per capire se stessi e il mondo che ci circonda.

+39 0474-958767

Strada Chi Vai, 14
39030 San Vigilio di Marebbe (BZ)

Energia

Cari lettori.

Oggi affronteremo o per lo meno cercheremmo di introdurre un argomento molto vasto.

Iniziamo a parlare di ENERGIA.

Non ci è mai stato insegnato a pensare in termini di “energia, frequenze e vibrazioni” ma è proprio così che va il mondo, quando i miei clienti arrivano da me, io a loro dico sempre “la nostra energia è un biglietto da visita silenzioso ma molto potente”, pensate infatti a quando conoscete qualcuno per la prima volta e questa persona “a pelle” vi è subito simpatica o al contrario vi è subito antipatica; senza che vi siate detti nulla o che vi siate “fatti” qualcosa, eppure avete sentito attrazione o repulsione immediata; ecco quelle sono le vostre rispettive energie che si son incontrate prima ancora dei vostri corpi.

Così come l’energia di un luogo; se ci sentiamo a nostro agio o meno in quel posto dove siamo capitati la prima volta; ecco l’universo intero dialoga così, in termini di energia, frequenza e vibrazioni. I nostri pensieri posseggono una loro energia di attrazione, la nostra anima stessa si può pensare in termini energetici perché essa non nasce e non muore, si rinnova sempre in un ciclo continuo di reincarnazioni per imparare qualcosa su questo pianeta scuola chiamato terra.

Se il corpo fisico non è l’unico corpo quali sono gli altri?

I chakra determinano il nostro movimento, la nostra frequenza vibratoria; la risonanza della nostra frequenza si espande attorno a noi generando dei campi, questi campi di forza son composti da sostanze impalpabili e sottili appunto e sono identificati con i nomi di CORPI SOTTILI ENERGETICI e nello specifico:

FISICO, ETERICO, ASTRALE, MENTALE, CAUSALE, BUDDHICO, ATMICO.

L’insieme dei corpi sottili è definito ”aura”, l’energia sottile del corpo e della mente, un campo elettromagnetico intorno al nostro corpo. Si tratta della forza vitale invisibile che emaniamo e assorbiamo allo stesso tempo, in connessione con l’energia universale. I vari corpi lavorano all’unisono e sono interdipendenti, senza però essere separati.

A questo punto è doverosa una spiegazione dei vari corpi energetici attorno al nostro, fisico, di cui tutti noi siamo a conoscenza.

  • Il Corpo eterico

Il corpo eterico si forma durante la gravidanza, nei 9 mesi di vita in utero. Ci accoglie alla nascita, come se fosse un guanto esterno. É una muta trasparente e sottile, che ha la funzione di filtrare tutto ciò che ci arriva dall’esterno. È la proiezione in termini energetici del nostro corpo fisico; in realtà si forma in termini di presa di coscienza del corpo che la nostra anima ha deciso di avere per questo viaggio, secondo studi recenti tuttavia il corpo eterico viaggia molto prima del concepimento stesso, farà visita ai futuri genitori già nove mesi prima, per rendersi conto se quella famiglia e quel tipo di esperienza possa effettivamente far parte di sè.

Ci protegge infatti dalle aggressioni energetiche esterne. Il corpo si stacca entro 3 giorni e si dissolve tra i 14 e i 40 giorni.

Si nutre attraverso il respiro consapevole.

  • Il Corpo astrale/emozionale

Il corpo astrale è una sorta di mantello, che si trova nello spazio che delimito ruotando a braccia aperte su me stesso. Nel suo spazio può entrare soltanto chi vibra alla mia stessa frequenza.

Tutte le emozioni che tratteniamo, non trasformate, si depositano sul corpo astrale (tempeste emozionali) e vibrano con noi.

Nel momento in cui percepisco un lieve disagio e non ne ricerco l’origine o lo risolvo, questo migra dal corpo astrale a quello eterico (disarmonia comportamentale). Se ancora non lo prendo in considerazione migra verso il corpo fisico e arriva direttamente al Chakra corrispondente, creando appunto disturbi fisici e generando disarmonia nel benessere. I disturbi legati a questo corpo sono di tipo somato-emozionale.

Dopo il trapasso il corpo astrale non si dissolve e va nel “deposito corpi astrali”. Quando si realizza una nuova incarnazione, ci si riappropria del corpo astrale depositato a memoria dei “debiti insoluti”. Si nutre di cibo mangiato con amore e di esperienza.

  • Il Corpo Mentale

Il corpo mentale è peculiare dell’essere umano, ed è preposto alla formazione del pensiero concreto. I disturbi corrispondenti a blocchi sul piano mentale sono di tipo psicosomatico.

Le emozioni disarmonizzate che ristagnano nel corpo astrale, generano dei pensieri “disarmonizzati” negativi limitanti, che deviano i nostri comportamenti e imprigionano la nostra mente. Quando questi pensieri diventano ricorrenti si riflettono nel fisico e manifestano “disarmonie” di origine psicosomatica.

Il corpo mentale si nutre meditando su di esso.

  • Il Corpo causale

Il corpo causale è il corpo che persiste per tutta l’evoluzione di un essere umano, i blocchi relativi a questo corpo portano a disfunzioni genetiche.

Porta la memoria cristallizzata di numerose incarnazioni su cui si è rifiutato di lavorare sul relativo aspetto evolutivo, denunciando l’urgenza inderogabile di un lavoro profondo e definitivo riguardante la sua origine, mediante un processo di trasformazione totale che si attiva sin dalla nascita. Tale urgenza si esprime in una grave disarmonia fisica anche detta karmica.

Il corpo causale si nutre di compassione e perdono e di gratitudine verso gli altri corpi sottili, noi stessi e l’universo.

  • Il Corpo Buddhico

Il Corpo Buddhico rappresenta la luce dell’anima. Quindi lo stato evolutivo che si è raggiunto, è uno stato di gioia profonda, rappresentato da una profonda integrazione tra il Buddha e il Cristo Interiore, musica che illumina e colori che suonano.

Si nutre di benedizioni e gratitudine, verso gli altri corpi sottili, noi stessi e l’universo.

  • Il Corpo Atmico

Il Corpo Atmico rappresenta la massima evoluzione spirituale che si manifesta con lo stato dell’essere immerso totalmente nella fede e nell’unità con il profondo sè, in una totale ricongiunzione all’universo divino.

Si nutre di benedizioni e gratitudine, estasi, nirvana paradiso e di gratitudine verso gli altri corpi sottili, noi stessi e l’universo.

Se vi è piaciuto questo articolo sulle energie sottili del nostro corpo condividetelo oppure lasciate un commento per farci sapere della vostra esperienza o dei vostri studi a riguardo.

Elisa e Alexander

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *